Appendiamo la ricerca

Selezioniamo il testo e diamogli un carattere di dimensione 20 circa, aggiungiamo  alcuni titoli in colore e

POSSIAMO STAMPARE LA RICERCA E METTERLA SUL NOSTRO CARTELLONE


Questa è la prima pagina della ricerca terminata

Se volete potete leggerla qui sotto

——————————————————————————-

I FUNGHI

Informazioni scientifiche

I funghi non sono vegetali, la parte commestibile costituisce il frutto di un apparato particolare, il micelio, che si diffonde nel terreno, dove trova la propria alimentazione.
La forma e la struttura dei funghi variano secondo le specie.
La maggior parte dei funghi è costituita da un cappello e da un gambo; quest’ultimo può essere circondato da un anello nella parte superiore e può essere avvolto inferiormente da una specie di sacca o “volva”.

Nella zona sottostante il cappello può presentare delle lamelle disposte come raggi intorno
al gambo; in alcuni tipi di fungo, al posto delle lamelle, si possono trovare dei tubuli finissimi che conferiscono all’insieme l’aspetto di una spugna molto compatta, mentre in pochi casi questi sono sostituiti da piccolissimi aculei.

La stagione dei funghi inizia generalmente in aprile e termina a novembre, con il sopraggiungere del clima rigido, benchè non manchi qualche varietà che cresce in inverno.
La stagione caratteristica dei funghi e tuttavia l’autunno, che con le piogge abbondanti e la temperatura piu fresca favorisce lo sviluppo delle varieta piu pregiate.
Ricordiamo che tutti i tipi di funghi, anche quelli velenosi, contribuiscono all’equilibrio delle funzioni della natura e che pertanto è  grave errore, oltre che segno di inciviltà, calpestare i funghi ritenuti non commestibili, così come raccoglierli con l’intenzione di gettarli poi via.

Questa è la stagione migliore per raccogliere i funghi: porcini, prataioli, fingerli, chiodini, castagnini, orecchiette.
Profumati, saporiti e pieni di virtù sono un piatto classico da inserire nel nostro menù autunnale.

Storia

I funghi furono apprezzati già nell’antichità dagli egiziani, dai babilonesi, dai greci, dai romani, i quali li definirono “cibo reale”.

Tuttavia, fu solo nella seconda metà dell’ottocento che migliorarono le conoscenze sui funghi, imparando a cucinarli in maniera corretta; precedentemente infatti venivano bolliti a lungo nell’acqua, con la convinzione errata ma molto diffusa che avrebbe eliminato la presenza di eventuali veleni.

Informazioni alimentari

I funghi sono composti per il 90 % di acqua (come altre verdure quali l’insalata, le zucchine o i pomodori), sono privi di grassi, hanno poche calorie e vantano la presenza di ricche sostanze , i sali minerali, quali il potassio, lo zinco, il fosforo, il rame e le vitamine quali la B e la PP.

I nutrizionisti consigliano di mangiare i funghi non più di tre volte alla settimana in quanto contengono lieviti che potrebbero fermentare nella pancia.

Come raccoglierli e conservarli

Sei hai modo di raccoglierli da solo, ricordati che i funghi non vanno strappati dal terreno ma tagliati alla base del gambo con un coltello: in questo modo farai rinascere altri funghi la prossima stagione.

I funghi non vanno mai lavati sotto l’acqua per non disperderne il profumo: raschiali con un coltellino per toglierne le impurità e passali con un panno umido per pulirli.

I funghi andrebbero consumati appena raccolti. Se hai bisogno di conservarli, per non più di 48 ore, evita i sacchetti di plastica che favoriscono i processi di fermentazione ma riponili in un cestino e tienili al fresco in cantina o nel frigorifero nella parte meno fredda. Sistemali con il cappello in basso così le larve, che hanno la tendenza a risalire verso la testa del fungo, si posizioneranno sul piede del fungo.

Per averli sempre buoni a lungo segui le istruzioni che trovi qui di seguito:

– per essiccare i funghi bisogna prima eliminare le impurità senza lavarli, quindi tagliali a fette di mezzo centimetro circa. Deponili su una tavola di legno o su una graticola e lasciali al sole per qualche giorno avendo l’accortezza di ritirarli in casa la sera. Le larve in questo modo se ne andranno naturalmente ed avrai in breve tempo dei funghi pronti per il loro utilizzo. Riponili in un barattolo di vetro e scrivici la data di essiccazione.

Ricordati che è meglio consumare i funghi cotti in quanto risultano più digeribili e leggeri.

———–

Quando hai finito scrivi anche:  chi, come e quando è stata fatta la ricerca

Ricerca fatta su internet da:  ______________________

data: _______________

11 responses to this post.

  1. Posted by martina on febbraio 24, 2011 at 11:11 am

    mi è piaciuto fare questa ricerca🙂

    Rispondi

  2. Posted by martina on febbraio 24, 2011 at 11:11 am

    🙂🙂🙂

    Rispondi

  3. Sì, sia tu che i tuoi compagni avete fatto dei bei lavori.

    ciao Martina

    Rispondi

  4. Posted by Gabriel on maggio 6, 2012 at 4:57 pm

    dove è andata a finire la ricerca❓

    Rispondi

  5. Posted by Gabriel on maggio 6, 2012 at 6:02 pm

    chi sono i proprietari❓

    Rispondi

  6. Posted by Gabriel on maggio 6, 2012 at 6:25 pm

    allora adesso dov’è di preciso

    Rispondi

  7. Posted by vittoria on maggio 7, 2012 at 1:53 pm

    ciao maestra
    perché non appendiamo più le ricerche che facciamo❓
    Poi perché Gabriel ogni volta che fa un po’ di commenti gli viene un altra faccina❓❓❓❓❓

    Rispondi

    • Cia Vittoria, lo scorso anno le abbiamo appese anche perchè avevamo lavorato su “come fare una ricerca in internet”. Chi le porta, liberamente, le appendo in classe, alla LIM.
      Gabriel cambia indirizzo, e in questo modo cambia avatar.

      Rispondi

  8. Posted by Gabriel on maggio 7, 2012 at 4:56 pm

    io ho inventato un indirizzo, è strano: zorwa è un pochemon leggendario

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...