Archive for the ‘in palestra…’ Category

Lapistaelementare

                

Si sta avvicinando il giorno della nostra giornata sportiva: abbiamo fatto le prove, stabilito le squadre  degli atleti distribuiti fra le 4 diverse gare.

Non abbiamo fatto molto allenamento perchè siete impegnati nel  corso di pallavolo,  ma siete capaci e sarà un’esperienza che vi piacerà!

Vi metto qualche informazione, come ha suggerito Vittoria” e a tutti “in bocca al lupo” per gareggiare sportivamente!

Il Comitato Provinciale del Coni di Sondrio, in collaborazione con le società sportive di atletica leggera della provincia di Sondrio, organizza una giornata di “Giocosport” per tutte le classi quinte delle scuole primarie della provincia di Sondrio.

Il progetto “Lapistaelementare” ha come obiettivo primario quello di diffondere la pratica sportiva tra i giovani,  curando in modo particolare la promozione degli sport individuali e di squadra senza la ricerca del risultato o dell’agonismo.

Giochi, gare e percorsi motori saranno il centro della giornata vissuta all’insegna dell’amicizia, della pratica sportiva e del gioco di squadra.

Ogni bambino e le migliori classi saranno premiate al temine della giornata.

Quando

La manifestazione si svolgerà venerdì 4 maggio 2012 (recupero per brutto tempo giovedì 10 maggio) presso il campo sportivo di Morbegno secondo le seguenti modalità:
– ore 8.45 ritrovo
– ore 9.00 inizio gare
– ore 11.30 premiazioni
– ore 12.00 rientro
Cosa faremo
Le discipline sportive  previste sono:

1 – staffetta  velocità + ostacoli(10 atleti misti)

2 – lancio del vortex (4 atleti misti)

3 – giro di pista 5×80 (5 atleti misti)

4 – percorso di abilità  individuale (4 atleti misti)

Per gli elenchi degli atleti delle nostre classi, clicca sui link sotto

elenchi pistaelementare 5^ATraona + Mello     elenchi pistaelementare 5^B Traona + Mello
I piccoli plessi possono integrarsi con classi dello stesso Circolo/Istituto, Traona ha nelle squadre 8 compagni di Mello.
Qualora il numero di alunni non sia sufficiente a coprire tutte le gare è possibile iscrivere un atleta ad una gara di staffetta + una a scelta tra lancio del vortex e percorso ginnico.

Spiegazione delle 4  gare:

1- staffetta velocità + ostacoli

2- lancio del vortex
Ogni squadra è composta da 4 elementi.
Ogni alunno avrà due lanci a disposizione che verranno effettuati dalla pedana del giavellotto con o senza rincorsa a scelta del ragazzo.
Il vortex cade all’interno di zone delimitate da fettucce che progressivamente valgono 5–10–15–20–25 punti.
Al termine dei lanci ogni squadra avrà una somma di punti che determinano la classifica della specialità.

3- staffetta 5 x 80
Staffetta a cinque elementi, ognuno dei quali percorre 80 metri piani.
Cambio libero senza utilizzo del testimone.
Punteggio per la classifica generale in base al miglior tempo conseguito da ogni
squadra

4- percorso motorio individuale

   

Punteggi e classifica finale:
Nelle prove individuali ( vortex e percorso motorio) verrà presa in considerazione la migliore prestazione dei 4 atleti che contribuirà a formare la classifica di squadra della specialità.
Nelle prove di squadra (staffette) la classifica verrà redatta in base al tempo finale.
La classifica della giornata sarà costituita dall’unione di quella delle 4 specialità.
Verranno premiate le prime tre classi.
A tutte verrà data una coppa per la partecipazione ed ogni bambino riceverà un ricordo della manifestazione.
La prima classificata parteciperà alla premiazione delle attività del CONI presso la sede dell’Amministrazione Provinciale di Sondrio il 08/06/2012.

Annunci

I muscoli e la pallavolo

State facendo il corso di Pallavolo con l’ allenatrice Maria della Federazione Provinciale di Pallavolo.  Vi state allenando a rendere i vostri movimenti più attenti e controllati, i vostri tiri più precisi e potenti. Quale parte del nostro corpo è maggiormente interessata in questa attività sportiva?

Il sistema muscolare

La Pallavolo è  un gioco che si può praticare in palestra o all’aperto e che consiste nel lanciare una palla da una parte all’ altra di una rete; gli avversari debbono impedire che la palla tocchi il suolo.

I Muscoli più “Importanti”della Pallavolo:

VISIONE ANTERIORE                                                VISIONE POSTERIORE

  

I muscoli volontari

Nei muscoli scheletrici o volontari arrivano numerose fibre nervose motrici e fibre nervose sensitive. Le prime provvedono a trasmettere lo stimolo  proveniente dal cervello, necessario alla contrazione del muscolo, mentre le seconde registrano e comunicano al cervello le sensazioni di dolore, pressione e tatto. Queste possono scatenare a loro volta movimenti riflessi, ovvero indipendenti dalla nostra volontà.

Le fibre muscolari striate costituiscono la struttura dei muscoli volontari o scheletrici.

I Fondamentali della Pallavolo: servizio, palleggio, ricezione o bagher e schiacciata.

     

Quindi allenatevi bene, ascoltando i consigli degli insegnanti, e ascoltando anche il vostro corpo: dopo uno sforzo serve il riposo, ma non lasciamo troppo inattivi i muscoli per evitare che perdano le loro capacità.

W la pallavolo e tutto lo sport che ci rende forti e sani!

In palestra

La  palestra è stata una delle attività privilegiate dai ragazzi, guai perdere un’ora. Che polemiche!!  Che brontolamenti…

– Certo avete ragione, ma ricordate che anche in palestra dobbiamo mantenere un buon comportamento, “essere sportivi” significa anche saper perdere al gioco in modo decoroso, senza cercar sempre colpe in arbitraggi o in errori dei  compagni!!!

Al prossimo anno dunque, per continuare allenamenti e occasioni per “mettere in gioco” le vostre capacità –

Qualche minuto di video per salutare l’anno scolastico che domani si chiude. 

CIAO  E BUONE VACANZE A TUTTI VOI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE.

Il blog di classe 4^ continuerà fino all’inizio di classe 5^… ma essendo in vacanza… sarà vacanziero anche lui…

vorrei pubblicare qualcosa sui paesi da cui provengono alcuni dei nostri compagni, e chissà ….

Se volete mettere qualche saluto e novità, io ogni tanto verrò a vedere e rispondervi… maestra Maria

Il goniometro…in palestra

Siamo in palestra, costruiamo un goniometro?

– Noooo –  rispondono i ragazzi (e caspita almeno qui muoviamoci, giochiamo…)             – Ma.. – aggiungo io – Se arrivate a 20 punti vincete una partita a palla prigioniera – Ok, i ragazzi accettano la sfida e si parte a creare questo nuovo gioco. Ho bisogno della  collaborazione di tutti, è tutto da inventare, sistemare, anche se certo un’idea me la sono studiata, ma in testa non è ancora in palestra….

Occorrente:

Cerchio disegnato sul pavimento che diventa la sagoma del goniometro (questo aiuta ma se ne può anche fare a meno)

2 funi che diventano le semirette che delimitano l’ampiezza dell’angolo

i ragazzi (da 15 a 20 circa) che gradueranno il goniometro da 360°, uno di loro posto al centro come vertice degli angoli da generare e 2 ragazzi segnapunti.

Preparazione?

– 1 ragazzo starà al centro del cerchio come centro del goniometro e vertice di ogni angolo da costruire e terrà unite le due funi/semirette, l’altro capo delle funi le terrà il compagno posto al punto 0.

– i ragazzi, che si collocano sul cerchio,  diventano la gradazione del goniometro grazie ai quali si potrà misurare l’ apertura di ogni angolo richiesto, a secondo del numero dei ragazzi si suddividerà con maggiore o minore precisione. Nel nostro goniometro i ragazzi si sono posti ogni 30 gradi: a 0°, a 30°, a 60°, a 90°, a 120°, a 150°, a 180°, a 210°, a 240°, a 270°, a 300°, a 330° e a 360°?… sarà lo stesso che è a 0°. Ok?   Quindi 12 ragazzi saranno posizionati al loro posto fisso.

– Un ragazzo sarà il jolly e andrà al punto di misurazione richiesto, se questo non è occupato da un compagno (es 45°, 190°, 3°..)

– 2 ragazzi saranno i segnapunti: positivi + se l’ angolo costruito o le risposte date alle domande dell’insegnante saranno esatte, negativi –  se l’angolo costruito o le  risposte saranno sbagliate

Come si gioca?

– Quando tutti i ragazzi sono ben collocati come indicato nella preparazione, l’insegnante (che potrà essere sostituita da un ragazzo quando il gioco sarà appreso) chiede la formazione di un angolo dandone o la misura in gradi o il nome (es. 60°, oppure angolo acuto; 90° o angolo retto…).

– A questo punto una delle due funi, noi abbiamo deciso che fosse quella gialla tenuta dai due ragazzi, inizia  la  rotazione lungo il goniometro passando da una mano all’altra dei ragazzi. La seconda fune sarà sempre ferma al punto 0 (zero), chiaro no?

– La fune che gira si fermerà al punto esatto e ben tesa ci mostrerà l’ampiezza dell’angolo richiesto (guarda le foto e passando sopra con il puntatore del mouse scopri l’angolo formato)

Se si è fermata nel punto esatto + 1 punto, se si sbaglia – 1 punto.

– I ragazzi segnapunti tengono i conti e, quando si arriva a 10 o 20 punti o quelli concordati, si pone fine al gioco didattico e si vince il gioco desiderato.

Quando poi il gioco didattico porterà soddisfazione chissà che diventi anche desiderato??

Per intanto accontentiamoci di unire un po’ l’utile al dilettevole….

In classe possiamo continuare il lavoro ricordando e rappresentando il nostro goniometro vivente…

e rimettiamoci all’opera a misurare con il nostro piccolo strumento: angoli di ogni misura… ma quelli CONCAVI quanto sanno imbrogliare, vero ragazzi? proprio “angoli” non sembrano!!!